Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Emilia Romagna

Premio "Il filo di Arianna. Arte come Identità Culturale"

30/11/2012 , Roma, Palazzo delle Esposizioni — Auditorium

L'iniziativa "Benvenuti agli scavi in Salaborsa e a Palazzo Pepoli Campogrande" riceve la menzione speciale della giuria di "Il filo di Arianna: Arte come Identità Culturale". Premiate tre scuole bolognesi che hanno realizzato il progetto con due Soprintendenze (Archeologica e Storico-Artistica) di Bologna

L’arte, la cultura e le industrie creative al tempo della crisi. Per promuovere e condividere al meglio la potenza innovativa di arte e cultura, è stato istituito il progetto "Il Filo di Arianna. Arte come Identità Culturale", giunto quest'anno alla nona edizione.

Mercoledì 28 novembre l'iniziativa "Benvenuti agli scavi in Salaborsa e a Palazzo Pepoli Campogrande" è stata premiata quale esempio di buona pratica nel campo dell'imprenditorialità culturale e della comunicazione del patrimonio storico-artistico nell'ambito dell'European Enterprise Day 2012 che si è tenuto al Palazzo delle Esposizioni di Roma.

Il premio è stato consegnato alle insegnanti e a una rappresentanza degli studenti delle tre scuole bolognesi coinvolte -l'Istituto per i Servizi Commerciali, Turistici e della Pubblicità “Aldrovandi-Rubbiani”, l'Istituto Tecnico Commerciale “Rosa Luxemburg” e il Liceo Linguistico “Laura Bassi”- al termine di una presentazione condotta dall'archeologa della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia-Romagna Simona Carosi che ha illustrato, anche con l'aiuto di filmati, lo svolgimento e i risultati dell'iniziativa. Il progetto nazionale "Benvenuti al Museo" è stato illustrato, a nome del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, da Antonella Casciano, funzionaria della Direzione Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale, ente promotore dell'iniziativa.

"Benvenuti agli scavi in Salaborsa e a Palazzo Pepoli Campogrande" si è svolto nell'aprile 2012 in concomitanza con la XIV Settimana della Cultura. Con diversa frequenza e modalità, a seconda della sede di svolgimento, gruppi di studenti dei tre Istituti si sono alternati per accogliere e accompagnare il pubblico alla visita di due particolari testimonianze storico-artistiche di Bologna: i resti più antichi della città, in particolare le strutture della Basilica civile di Bononia, emersi dagli scavi in Salaborsa, in Piazza del Nettuno, e il piano nobile di Palazzo Pepoli Campogrande, in Via Castiglione 7, (sede distaccata della Pinacoteca Nazionale), uno dei più importanti esempi cittadini di grande decorazione seicentesca e settecentesca e un curioso esempio di utilizzo celebrativo del mito di Eracle. In entrambe le sedi, gli studenti dell'Aldrovandi-Rubbiani, del Rosa Luxemburg e del Laura Bassi hanno condotto visite guidate anche in inglese, arabo, spagnolo e russo, e distribuito materiale informativo realizzato dai Servizi Educativi della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna (responsabile Paola Desantis, in collaborazione con le archeologhe Simona Carosi e Carla Ronchetti) e della Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le provincie di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini (responsabile Anna Stanzani). Le visite guidate hanno registrato un confortante successo di pubblico (oltre duemila visitatori in meno di una settimana), guadagnandosi anche un notevole spazio sui media.

L'iniziativa, premiata con targhe, diplomi e medaglie, ha suscitato grande interesse tra i membri della giuria, presieduta da Augusta Busico, giornalista e consulente della Presidenza del Consiglio dei Ministri, e composta tra gli altri da Mons. Giangiulio Radivo, giornalista di Radio Vaticana, Presidente della Fondazione Cardinale Cusano onlus, e da Giulio Toffoli e Cosimo Quaranta del Comitato scientifico del progetto Il Filo di Arianna: Arte come identità culturale. Il premio è stato consegnato da Serena Forni in rappresentanza del Sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Elaborato dal Servizio II della Direzione Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dal S’ed, Centro per i servizi educativi del museo e del territorio, il progetto formativo nazionale ‘Benvenuti al Museo' ha visto la partecipazione di 65 istituti, 150 docenti e più di 1650 studenti in tutta Italia.

A Bologna il progetto è stato realizzato dalle Soprintendenze per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna e per i Beni Artistici e Storici di Bologna, in collaborazione con i Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Bologna e il Comune di Bologna, Istituzione Biblioteche Salaborsa, e d’intesa con insegnanti e studenti degli Istituti per i Servizi Commerciali, Turistici e della Pubblicità “Aldrovandi-Rubbiani”, Tecnico Commerciale “Rosa Luxemburg” e il Liceo Linguistico “Laura Bassi”.

info su: http://www.archeobologna.beniculturali.it/mostre/bo_benvenuti_roma.htm

Segretariato regionale del Ministero per i beni e le attività culturali per l'Emilia-Romagna
C.F. 91220990377 - codice iPA per fatturazione elettronica: BQ9N1I
Strada Maggiore, 80 - 40125 - Bologna - Italia
Tel. 39 051 4298211 - Fax. 39 051 4298277

Lun-Ven: 9.00-17.00

e-mail: sr-ero@beniculturali.it - mbac-sr-ero@mailcert.beniculturali.it

  
fb
icon youtube icona twitter