Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Emilia Romagna

L’ARCHIVIO DI STATO DI BOLOGNA E’ PRESENTE AL 4° SALONE DELLA GIUSTIZIA DI ROMA

30/11/2012 , Roma, Fiera
L’Archivio di Stato di Bologna è presente al 4° Salone della Giustizia, che si tiene a Roma dal 29 novembre al 1 dicembre, per presentare insieme al Tribunale e alla Corte d’Assise di Bologna il progetto di versamento anticipato e di riproduzione digitale degli atti dei processi per strage, terrorismo ed eversione giudicati dalla Corte d’Assise del capoluogo emiliano dopo il 1971.
Sulla base dell’accordo sottoscritto fra il Tribunale di Bologna e l'Archivio di Stato di Bologna il 6 dicembre 2011, a partire dal 19 luglio scorso è infatti iniziato il versamento anticipato di tali atti. Tra questi, i più noti riguardano la strage della Stazione di Bologna del 2 agosto 1980 e l’attentato al treno Italicus: il fascicolo processuale di cui al momento si sta effettuando la riproduzione digitale é quello individuato come “Strage di Bologna e Italicus bis” (R.G. 1/96), costituito da 377 faldoni e quindi anche uno dei più corposi.

Il versamento, che riguarderà in tutto 1.018 faldoni oltre a 86 scatole di materiali audio, sarà effettuato progressivamente in quanto dovrà essere preceduto dall’integrale riproduzione degli atti su supporto digitale, ritenuta necessaria per preservare gli originali (alcuni dei quali si presentano già fragili e scoloriti tanto da risultare difficilmente leggibili), per consentire una più agevole consultazione dei documenti e anche per poterli agevolmente confrontare con quelli di processi celebrati presso altre sedi giudiziarie, accessibili sempre mediante strumenti informatici.

Per la realizzazione di questo impegnativo progetto collaborano a vario titolo numerosi soggetti pubblici e privati: l’attività di riproduzione digitale, particolarmente complessa e delicata, viene svolta con grande impegno da personale volontario dell’AUSER di Bologna; l’Assessorato alla cultura della Regione Emilia Romagna, oltre ad aver previsto la corretta conservazione di una copia dei materiali digitali così ottenuti presso il Polo archivistico regionale (ParER), sta lavorando alla predisposizione di un sistema di ricerca e navigazione all’interno dei fascicoli processuali, che potranno essere consultati attraverso una postazione di lavoro appositamente dedicata allestita presso l’Archivio di Stato di Bologna. Alla buona riuscita dell’intervento collaborano inoltre l'Associazione Vittime della strage di Bologna, l'Archivio Casa della Memoria di Brescia e il Centro di documentazione archivio Flamigni.

Un prototipo del sistema di ricerca fornito dalla Regione Emilia Romagna verrà presentato nel corso della sessione pomeridiana del 30 novembre, intitolata "Un archivio per non dimenticare: preservare e valorizzare il patrimonio archivistico giudiziario per un perimetro di conoscenze allargato alle future generazioni”. All’incontro interverranno: il Presidente del Tribunale di Bologna, Francesco Scutellari, il Dirigente amministrativo del Tribunale, Elena Barca, il Direttore dell’Archivio di Stato di Bologna, Elisabetta Arioti, l'Assessore regionale alla cultura, Massimo Mezzetti, il referente per il ParER, Gabriele Bezzi.

Ufficio Comunicazione
Archivio di Stato di Bologna
Piazza dei Celestini 4
[t] 051 223891/239590
[@] as-bo.comunicazione@beniculturali.it
[w] www.archiviodistatobologna.it

Segretariato regionale del Ministero per i beni e le attività culturali per l'Emilia-Romagna
C.F. 91220990377 - codice iPA per fatturazione elettronica: BQ9N1I
Strada Maggiore, 80 - 40125 - Bologna - Italia
Tel. 39 051 4298211 - Fax. 39 051 4298277

Lun-Ven: 9.00-17.00

e-mail: sr-ero@beniculturali.it - mbac-sr-ero@mailcert.beniculturali.it

  
fb
icon youtube icona twitter