Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Emilia Romagna

USI&COSTUMI - A SEI MESI DAL SISMA 2012

Ferrara2012

 

Alla fiera 'Usi&Costumi - viaggio nel tempo tra luoghi, sapori, rievocazione storiche', realizzata presso il quartiere fieristico di Ferrara, il 24 e il 25 novembre 2012, la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Emilia-Romagna ha presentato uno stand per illustrare la mappa GIS del cratere del terremoto, affiancata dalle foto dei beni colpiti.

Nel sisma del maggio 2012, l’Emilia-Romagna ha pagato un altissimo tributo in termini di perdita di patrimonio culturale e di elementi simbolici per la definizione identitaria delle popolazioni: il crollo di campanili, torri, chiese, palazzi, castelli ha modificato forse irreversibilmente la linea dell’orizzonte del paesaggio padano; la rovina di archivi e biblioteche ha messo in serio pericolo la trasmissione del sapere e della storia locale, minacciando il senso di appartenenza delle comunità coinvolte.
Quello che è accaduto ha segnato per sempre le vite di chi vive in tanti comuni emiliani, ma rimane la determinazione di non arrendersi ad un avvenimento naturale così devastante.
Il pronto intervento degli addetti ai lavori e la stretta collaborazione fra istituzioni hanno reso possibile in tempi brevissimi la verifica dei danni nelle architetture e l’avvio del recupero del patrimonio artistico, librario e documentario travolto dal sisma.
Le opere d’arte salvate dagli edifici danneggiati sono state catalogate e depositate nel Palazzo Ducale di Sassuolo, dove è stato allestito il “Cantiere di primo intervento, manutenzione e restauro dei beni artistici mobili” con la partecipazione dell’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro (ISCR) e dell’Opificio delle Pietre Dure (OPD).
Le immagini documentano l’attività svolta sul territorio con il coordinamento della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia-Romagna e dell’Unità di Crisi (UCR MiBAC) prontamente istituita al suo interno.
La cartografia individua gli edifici di valore storico-artistico tutelati dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali localizzati nell’area maggiormente colpita dal sisma: in rosso quelli danneggiati.

 

 

 

2. Pieve di Cento3. Pieve di Cento4. Pieve di Cento5. Cento6. Cento7. Sant'Agostino8. Sant'Agostino9. Sant'Agostino10. Sant'Agostino11. Cavezzo12. Cavezzo13. Cavezzo14. Medolla15. San Felice sul Panaro16. San Felice sul Panaro17. San Felice sul Panaro18. San Felice sul Panaro19. San Felice sul Panaro20. Medolla21. San Possidonio22. San Prospero23. Reggiolo24. Reggiolo25. Cento26. Novi27. Mirandola28. Mirandola29. Sassuolo30. Sassuolo31. Sassuolo32. Sassuolo33. Sassuolo34. Sassuolo

Allegati

Segretariato regionale del Ministero per i beni e le attività culturali per l'Emilia-Romagna
C.F. 91220990377 - codice iPA per fatturazione elettronica: BQ9N1I
Strada Maggiore, 80 - 40125 - Bologna - Italia
Tel. 39 051 4298211 - Fax. 39 051 4298277

Lun-Ven: 9.00-17.00

e-mail: sr-ero@beniculturali.it - mbac-sr-ero@mailcert.beniculturali.it

  
fb
icon youtube icona twitter