Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Emilia Romagna

COMUNICATO STAMPA

“EMERGENZA TERREMOTO E BENI CULTURALI” - Aggiornamento 3 maggio 2013

“Terra Tremuit. Incisori per gli archivi”
Una iniziativa benefica a favore degli archivi colpiti dal sisma del maggio 2012

Gli eventi sismici che il 20 e 29 maggio hanno violentemente colpito il territorio emiliano hanno avuto gravissime ripercussioni sul patrimonio culturale della regione. Anche gli archivi storici, beni culturali solitamente poco percepibili agli occhi del pubblico ma che conservano la memoria scritta delle comunità, hanno subìto rilevanti danni.
A tutt’oggi il numero degli archivi comunali che hanno richiesto interventi di salvataggio o comunque di trasferimento da edifici danneggiati dal sisma sono stati 19 per un totale di 7.500 metri lineari di documentazione, mentre gli archivi parrocchiali nelle stesse condizioni sono stati 20 per un totale di 180 metri lineari. Ad essi vanno aggiunti archivi di altri enti pubblici, come ad esempio quello della Azienda USL di Bologna per varie centinaia di metri di documentazione (per maggior informazioni sulle conseguenze del terremoto sugli archivi storici cfr. il sito web della Soprintendenza archivistica per l'Emilia Romagna http://www.sa-ero.archivi.beniculturali.it/index.php?id=816).
La Soprintendenza ha calcolato che per gli interventi necessari occorrerebbe investire, nel corso dei prossimi tre/quattro anni una cifra che si aggira sui 500.000 euro. Si tratta di una somma relativamente consistente, date le ristrettezze economiche del momento e il progressivo disimpegno dei poteri pubblici dalla spesa per i beni culturali.
Ora grazie al cospicuo numero di preziose incisioni realizzate da artisti contemporanei messe a disposizione per donazioni benefiche dall’Associazione Liberi Incisori, cui si sono associate la galleria Stamparte di Arrigo Quattrini e la galleria G7 di Ginevra Grigolo, l’Associazione nazionale archivistica italiana, sezione Emilia Romagna - in collaborazione con la Soprintendenza archivistica per l’Emilia Romagna, la Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici dell’Emilia Romagna, l’Associazione SOS Archivi e Biblioteche e la Fondazione Mondadori e con il patrocinio dell'Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - ha organizzato una raccolta di fondi da destinare al recupero degli archivi danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012.
L’intero ricavato verrà devoluto dall’A.N.A.I. agli archivi emiliani danneggiati dal sisma sulla base di priorità di intervento concordate con la Soprintendenza Archivistica per l’Emilia-Romagna. Dell’impiego delle risorse verrà dato pubblico resoconto.
Per vedere le incisioni donate e per formulare offerte a favore del progetto www.artepergliarchivi.wordpress.com.

Tutte le opere saranno esposte presso il Museo della Sanità di Bologna, via Clavature 8-10 nel corso della mostra “TERRA TREMUIT. INCISORI PER GLI ARCHIVI” che si inaugura venerdì 10 maggio alle ore 16,30 alla presenza dell’Onorevole Manuela Ghizzoni, già presidente della VII Commissione (Cultura, Scienza e Istruzione) della Camera dei Deputati e di vari rappresentanti delle Amministrazioni comunali i cui archivi sono stati colpiti dal terremoto.
In occasione dell’inaugurazione, Marinella Manicardi darà lettura di alcuni brani che rievocheranno gli eventi del maggio 2012, nel loro impatto sul patrimonio culturale.
Ai presenti verrà donata una copia del catalogo della mostra, con le immagini di tutte le opere esposte.
La mostra è visitabile fino al 4 giugno 2013 nei seguenti giorni e orari: dal martedì alla domenica, dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00


________________________________________

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI

Soprintendenza Archivistica per l'Emilia Romagna
Maria Lucia Xerri marialucia.xerri@beniculturali.it
tel. 051.261107

Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia-Romagna
Ufficio stampa: dr-ero.ufficiostampa@beniculturali.it – 051.4298243
Responsabile dott. Raffaele Gaudioso raffaele.gaudioso@beniculturali.it
Addetto stampa dott. Alessandro Mazzeo alessandro.mazzeo@beniculturali.it

Allegati

Segretariato regionale del Ministero per i beni e le attività culturali per l'Emilia-Romagna
C.F. 91220990377 - codice iPA per fatturazione elettronica: BQ9N1I
Strada Maggiore, 80 - 40125 - Bologna - Italia
Tel. 39 051 4298211 - Fax. 39 051 4298277

Lun-Ven: 9.00-17.00

e-mail: sr-ero@beniculturali.it - mbac-sr-ero@mailcert.beniculturali.it

  
fb
icon youtube icona twitter