Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Emilia Romagna

COMUNICATO STAMPA

“EMERGENZA TERREMOTO E BENI CULTURALI” - Aggiornamento 11 aprile 2013

In un clima di dialogo aperto, collaborativo e propositivo è stata analizzata ieri, nel corso della conferenza “Sisma 2012: dai danni alla ricostruzione” che ha avuto luogo presso il Museo Diocesano di Reggio Emilia, la situazione relativa ai lavori di restauro che interesseranno le 11 chiese i cui interventi sono finanziati dall’Ordinanza del Commissario Delegato n. 83 del 5 dicembre 2012.
Un impegno delicato sia sotto il profilo tecnico sia sotto quello culturale perché esercitato su strutture architettoniche particolarmente fragili ma estremamente importanti sul piano sociale in quanto testimonianza storica della fede di una comunità.
Ne sono ben consapevoli gli Uffici beni culturali – Nuova edilizia della Diocesi di Reggio Emilia e Guastalla, gli organi dirigenziali regionali e le Soprintendenze del Ministero per i Beni e le Attività Culturali chiamati insieme ad attivare tutte le azioni necessarie per ripristinare gli immobili, migliorarne le capacità antisismiche e destinarli nuovamente alle originarie funzioni.
Importante, in questo momento di passaggio tra una prima fase preliminare di presentazione dei progetti ad una seconda di natura più esecutiva, comunicare con architetti e ingegneri chiamati ad intervenire per cercare di individuare le procedure più efficaci per accelerare i tempi e dare inizio ai lavori. 
In questa prospettiva, è stata di particolarmente utile la sessione finale di domande da parte del pubblico presente che ha permesso al Direttore Regionale per i Beni Architettonici e Paesaggistici dell’Emilia-Romagna arch. Carla Di Francesco e all’arch. Alfiero Moretti della Regione Emilia-Romagna di fare chiarezza insieme sul programma dei beni culturali, sui piani attuativi 2013/2014 che il Commissario Delegato emetterà a breve e sui percorsi dei progetti che riguardano i beni tutelati.
“Sono 90 – specifica il Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia-Romagna arch. Carla Di Francesco – le chiese di proprietà della Diocesi di Reggio- Emilia colpite dal sisma (per una stima del danno di circa 27 milioni e 500 mila euro) e le 11 chiese su cui si interviene rappresentano un intervento certamente parziale ma significativo. 
Consideriamo, infatti, che il contesto generale conta più 1.600 immobili tutelati danneggiati e solo per i beni ecclesiastici sono stati presentati al nostro vaglio 304 progetti di cui 34 pertinenti la diocesi di Reggio-Emilia e Guastalla. 
Abbiamo sempre lavorato in totale sintonia con la Regione Emilia-Romagna e certamente la commissione unificata che nascerà tra pochi giorni per la valutazione congiunta dei progetti sarà un nuovo importante strumento di accelerazione”.
E’ quindi emersa, nel corso dell’incontro, la necessità di ribadire da un lato la particolare delicatezza e complessità degli interventi e dall’altro la volontà di lavorare sui tempi per soddisfare il legittimo desiderio delle persone di vedere cantieri aperti e lavori in corso per ricostruire e riportare le chiese alle proprie abituali funzioni. 
“Questa giornata di incontro pubblico serve a ribadire – conclude Mons. Tiziano Ghirelli, responsabile degli Beni Culturali-Nuova edilizia della diocesi di Reggio Emilia e Guastalla– il valore del lavorare insieme e la vicinanza della Diocesi a quanti vogliono ricostruire i nostri paesi.
A occhi superficiali può apparire che non sia stato fatto molto ma invece sono state consolidate le premesse per il cammino futuro.
Ci sono leggi da rispettare e passaggi obbligati nelle procedure e oggi ci siamo confrontati, penso in modo molto proficuo, con i partner coinvolti nella ricostruzione: primi tra tutti gli ingegneri, gli architetti e i tecnici delle imprese che concorreranno per gli appalti”. 


MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI
Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia-Romagna
Ufficio stampa: dr-ero.ufficiostampa@beniculturali.it – 051.4298243
Responsabile dott. Raffaele Gaudioso raffaele.gaudioso@beniculturali.it
Addetto stampa dott. Alessandro Mazzeo alessandro.mazzeo@beniculturali.it 

Allegati

Segretariato regionale del Ministero per i beni e le attività culturali per l'Emilia-Romagna
C.F. 91220990377 - codice iPA per fatturazione elettronica: BQ9N1I
Strada Maggiore, 80 - 40125 - Bologna - Italia
Tel. 39 051 4298211 - Fax. 39 051 4298277

Lun-Ven: 9.00-17.00

e-mail: sr-ero@beniculturali.it - mbac-sr-ero@mailcert.beniculturali.it

  
fb
icon youtube icona twitter