Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Emilia Romagna

Giornate Europee del Patrimonio (27 e 28 settembre 2008) - Le grandi strade della cultura

Emilia-Romagna
27 e 28 settembre, 2008 - Evento
Ministero per i Beni e le Attività Culturali -
Il 27 e 28 settembre ritorna l'appuntamento italiano con le Giornate Europee del Patrimonio che riporta ancora una volta l'attenzione sulle grandi strade della cultura.

In ogni epoca, le vie di comunicazione che attraversano il Vecchio Continente hanno svolto una funzione di collegamento non solo territoriale e commerciale, ma anche culturale. Attraverso le strade, gli uomini, fossero essi pellegrini romei, aristocratici intenti a compiere il Grand Tour, commercianti o moderni viaggiatori, si sono mossi, favorendo lo scambio della conoscenza e delle esperienze.

Le testimonianze che essi hanno lasciato, dagli edifici alle tradizioni, dalla letteratura all'arte, sono entrate a far parte del nostro Patrimonio che diventa così un importante veicolo per diffondere la conoscenza delle radici e della cultura dei Paesi europei: un ponte tra individualità e universalità.

Le Giornate Europee del Patrimonio, con l'insieme delle loro iniziative, propongono un viaggio nell'Italia di oggi, che si trasforma in un'occasione per condividere la straordinaria ricchezza del continente in cui viviamo e per meglio conoscere ciò che è fonte di storia e identità. Sono promosse dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali che apre gratuitamente i suoi musei e coordina la promozione delle iniziative culturali - visite guidate, concerti, mostre, incontri - nelle singole Regioni attraverso le Direzioni Regionali per i Beni Culturali e Paesaggistici.

L'Emilia-Romagna, che per la sua particolare posizione nella penisola italiana si pone come ponte tra nord e sud del Paese e tra le sponde del Tirreno e dell'Adriatico, offre un programma particolarmente ricco che si sviluppa da Piacenza a Rimini, lungo la via Emilia, e lungo i percorsi che in essa convergono dalla pianura e dall'Appennino. Qui, spesso, sono proprio le strade ad essere protagoniste degli eventi: strade che nel territorio collegano chiese, castelli, case padronali e borghi rurali; strade devozionali scandite dalle stazioni della Via Crucis; strade che toccano i luoghi delle tragedie della seconda guerra mondiale; strade che mettono in mostra la storia delle città; strade aperte agli artisti di strada o restituite ai cittadini per una ‘notte bianca'.


Carla Di Francesco
Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Emilia-Romagna

Segretariato regionale del Ministero per i beni e le attività culturali per l'Emilia-Romagna
C.F. 91220990377 - codice iPA per fatturazione elettronica: BQ9N1I
Strada Maggiore, 80 - 40125 - Bologna - Italia
Tel. 39 051 4298211 - Fax. 39 051 4298277

Lun-Ven: 9.00-17.00

e-mail: sr-ero@beniculturali.it - mbac-sr-ero@mailcert.beniculturali.it

  
fb
icon youtube icona twitter